I nostri uffici chiudono dal 10 al 20 agosto. Spediamo gli ordini fino al 10 agosto. Le spedizioni ripartono dal 23 agosto.

La Casa di Montagna

A qualcuno piace intima e raccolta, ad altri piace conviviale: è l’atmosfera che si respira nella casa di montagna. Qui l’arte del recupero sa raccontare storie affascinanti, sempre capaci di sorprendere e di farci sognare.

Piemonte, Valle d’Aosta, Trentino, Veneto e Friuli sono le regioni dove ci accomodiamo davanti al camino, o accanto alla stufa, per ascoltare i racconti di CasAntica Montagna n° 5

Affacciati sulle Dolomiti, in Val di Zoldo, ascoltiamo la storia di una rinascita: quella di un fienile dell’800, dove il grande protagonista è il legno di recupero. Dopo un restauro certosino, ecco una ristrutturazione rispettosa dell’antico.

Tanti pezzi autentici del vecchio fienile sono rimasti qui, altri elementi architettonici tipici sono stati rifatti come all’origine. Per esempio queste finestre con le grate di legno: un tempo, servivano per arieggiare e asciugare il fieno. Le antiche grate si erano deteriorare e sono state sostituite, rispecchiando il modello originale.

 

 

 A Cortina d’Ampezzo una stufa tonda in ceramica riscalda i racconti in questa bella casa di montagna ristrutturata. L’abete di recupero avvolge e arreda tutti gli ambienti e tanti incantevoli dettagli sono nati dalle idee della padrona di casa, che ci racconta: «La stufa è la primissima cosa che ho scelto, su quel verde ho giocato tutti i colori della casa». Lo spirito del progetto di ristrutturazione? Accogliere gli ospiti e coccolare.

 

 

In Valle d’Aosta c’è un hotel quasi centenario, di grande fascino e calore. Arredato con pezzi unici della tradizione alpina, qui il recupero è una passione di famiglia e la cultura di montagna un tesoro da custodire. Nella foto: i campanacci di capra appesi alle rastrelliere rustiche e il legno antico del rivestimento caratterizzano questo angolino conviviale. Ci troviamo in uno dei ristoranti, il Bar a Fròmage, vero e proprio regno del formaggio.

 

Ancora una bella storia, stavolta sulle Alpi Liguri. Praticamente sulle piste da sci qui c’è un ristorante ristrutturato come una baita e con ingegnosa creatività. Pensate, intorno alla colossale pietra del camino – il lastrone della base pesa ben 10 quintali – è nata un’intera sala, “vestita” con legno vecchio di 300 anni: è il larice rosso di Elva

 

 Il grande protagonista di Montagna n° 5 è il legno antico: un materiale straordinario, che sa regalare calore e personalità tanto a una casa alpina, quanto a una struttura ricettiva come un ristorante o un hotel.

In montagna ogni dimora, privata o pubblica, ha una sua storia da raccontare e in questo numero i nostri cantastorie sono i padroni di casa, gli architetti, gli interior designer e i meravigliosi artigiani del legno.

E ora… siete pronti per le bellissime storie di Montagna n° 5?


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati