Usa il codice sconto IORESTOACASANTICA per avere una copia gratuita di CasAntica in versione DIGITALE

CasAntica n° 43 Settembre Ottobre 2011 - digitale - CasAntica.net
CasAntica n° 43 Settembre Ottobre 2011 - digitale - CasAntica.net
CasAntica n° 43 Settembre Ottobre 2011 - digitale - CasAntica.net
CasAntica n° 43 Settembre Ottobre 2011 - digitale - CasAntica.net
CasAntica n° 43 Settembre Ottobre 2011 - digitale - CasAntica.net
CasAntica n° 43 Settembre Ottobre 2011 - digitale - CasAntica.net
CasAntica n° 43 Settembre Ottobre 2011 - digitale - CasAntica.net

CasAntica n° 43 Settembre Ottobre 2011 - digitale

Prezzo di listino
€4,70
Prezzo scontato
€4,70

L’estate è agli sgoccioli. È tempo di fotografie da riguardare, di aneddoti da raccontare agli amici… CasAntica n. 43, in edicola a settembre-ottobre, ha il sapore di un diario estivo, fra case illuminate dal solleone, angoli frondosi ritagliati nel verde, scorci marinari, profumi, sapori, volti e tenerezze… A cominciare dal Baglio delle Gazze, una dimora destinata a lasciare un segno indelebile fra i cultori delle atmosfere antiche e della creatività applicata ai materiali di recupero. Il Baglio si trova a Custonaci (TP), in un paesaggio mozzafiato che abbraccia il mare e la Riserva naturale Monte Cofano. La proprietaria, Paola Lo Sciuto, ha rivisitato questa tipica dimora contadina come un’opera d’arte, disseminandola di materiali antichi e di una creatività folgorante. E poi ci sono Le Logge di Silvignano, antica villa fortificata a guardia di Spoleto (PG), diventata un gioiello dell’ospitalità umbra. C’è la dimora sui colli padovani di una brillante cuoca blogger. C’è un antico podere marchigiano trasformato in un brillante complesso residenziale di recupero abitato da giovanissime famiglie. E c’è un rarissimo esempio di ristrutturazione curata da un appassionato d’antico poco più che ventenne. E il livello qualitativo rivelato da Filiberto, questo il nome del giovanissimo padrone di casa, la dice lunga sulle potenzialità di un campo d’azione (quello del recupero architettonico e della salvaguardia dell’Italia misconosciuta) che rappresenta un investimento infallibile per il futuro culturale e turistico del Bel Paese.