Abruzzo: un manuale del recupero

Un libro serio e importante. Ve lo presentiamo con entusiasmo. Si tratta del terzo volume de Il manuale del recupero della regione Abruzzo. Il sottotitolo parla chiaro: Nei borghi terremotati il recupero della bellezza in chiave di continuità: l’interpretazione omeomorfica. Si tratta di una raccolta – a cura di Sandro Ranellucci - di saggi di Lelio Oriano Di Zio, Maria Antonietta Adorante, Maurizio Loi, Lorenzo Trippetta, con prefazione di Leonardo Benevolo e Paolo Marconi.

Gli affezionati di CasAntica ricorderanno certamente l’architetto Di Zio, braccio destro di Daniele Kihlgren negli straordinari alberghi diffusi di Santo Stefano di Sessanio e dei Sassi di Matera. Il libro affronta il tema del restauro urbano applicato ai borghi storici colpiti dal sisma del 2009. Un argomento che merita grande attenzione, visto che solo le amministrazioni più illuminate hanno compreso l’entità del problema. Ma, dovendo procedere a fari spenti, si corre il serio rischio di cancellare le tracce culturali, storiche, architettoniche e paesaggistiche di un territorio che il mondo intero – e in particolare gli appassionati dell’antico più incontaminato - guarda con incanto. Il libro è pubblicato da Gangemi Editore.

Lascia un commento