Usando il codice sconto 1GIARDINO3 avrai una copia cartacea di Giardino in regalo, acquistandone tre

Case di terra cruda

E’ un argomento tanto affascinante quanto trascurato. La terra cruda parla un linguaggio antichissimo. Basti pensare a certi paesaggi sardi, abruzzesi o marchigiani sospesi nel tempo. Da qualche anno questo materiale si è reinserito a pieno titolo nella contemporaneità. Merito della bioarchitettura, che ne celebra la salubrità e l’ecocompatibilità: il processo produttivo non ha ripercussioni sull’ecosistema; una volta concluso il ciclo, il materiale è riassorbito dall’ambiente; ha un’eccezionale tenuta termica, con conseguente risparmio energetico. Senza contare le implicazioni culturali: la terra cruda è legata a tecniche costruttive e a tradizioni locali da salvaguardare.
Esistono svariati siti su questo tema. Ve ne proponiamo tre. Il primo è www.terracruda.com, realizzato con cura meticolosa da un appassionato (Benito De Sensi Ortiz). Il sito è l’ideale per chi, digiuno di informazioni, desidera scoprire cos’è la terra cruda, come si usa, cosa si può creare... I testi sono chiari e scorrevoli. Sono segnalati libri, video, cd-rom, indirizzi Internet. E c’è anche un breve glossario.
Il secondo sito, dell’Associazione nazionale Città della Terra cruda, circoscrive l’indagine all’Italia: all’indirizzo www.terra-cruda.org è possibile effettuare un tour virtuale attraverso i più bei “Comuni di terra cruda”, con un occhio di riguardo a Sardegna e Abruzzo.
Il terzo sito, www.casediterra.it, è curato del Centro di documentazione permanente sulla Terra cruda, con sede a Casalincontrada (CH). Gli argomenti sono trattati con un’autorevolezza da “addetti ai lavori”: newsletter, legislazione, itinerari, progetti, centri di ricerca… Si possono anche ammirare le fotografie del concorso fotografico bandito dallo stesso Cedterra, intitolato Le case di terra – Paesaggio di architetture, giunto alla quarta edizione.

Ph. www.terracruda.org


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati