Usando il codice sconto 1GIARDINO3 avrai una copia cartacea di Giardino in regalo, acquistandone tre

Appuntamento ad Arredamont

Il conto alla rovescia è iniziato. Sabato prossimo, 26 ottobre, a Longarone Fiere (BL) torna Arredamont, la grande mostra dell’arredare in montagna. La nuova edizione – la numero 42 – è stata presentata lunedì mattina a Palazzo Piloni, sede della Provincia di Belluno. Presenti Roberto Padrin (presidente della Provincia e sindaco di Longarone), Gian Angelo Bellati (presidente di Longarone Fiere) ed Ernesto Contessa (presidente di CITA. - Consociazione Italiana dei Tappezzieri e Arredatori). 

 

 

La nuova edizione in cifre

Una superficie espositiva di 17 mila mq. Gli espositori diretti sono 178 (per 199 marchi aziendali), in rappresentanza di 11 regioni italiane (Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Liguria, Puglia, Valle d’Aosta, Toscana e Sicilia) e 4 Paesi stranieri (Austria, Estonia, Lettonia e Germania). Sono attesi 30 mila visitatori.

 

I settori espositivi

Numerosi settori espositivi: mobili e arredi, complementi d’arredo, serramenti, scale, pavimenti, stufe, caminetti e sistemi di riscaldamento, arredobagno, oggettistica e materiale per il restauro edilizio. Per le case di montagna, naturalmente, ma anche per alberghi, ristoranti, locali pubblici

Protagonista indiscusso è il legno, che gli artigiani trasformano in vere e proprie opere d'arte: boiserie, mobili nuovi e tradizionali, ristrutturazioni con legno antico ed anche costruzioni con nuovo legname. Ma troveranno spazio anche gli altri materiali naturali: in particolare, pietra, ferro, lana e tessuti della tradizione, in rappresentanza dell’intero arco alpino.

 

Gli eventi collaterali

Nutrito il programma di eventi collaterali. Uno spazio importante sarà riservato a CITA - Consociazione Italiana dei Tappezzieri e Arredatori che coinvolge artigiani di tutta Italia. «Presenteremo uno stand colorato e innovativo. Un’ambientazione originale per conoscere l’arte della tappezzeria – ha spiegato lunedì Ernesto Contessa, presidente di CITA – Desideriamo promuovere l’incontro con gli artigiani, sostenere la condivisione e la trasmissione dei saperi, specie ai giovani, cui va spiegato che il mestiere del tappezziere è anzitutto creatività».

Confermato il laboratorio Dolomiti Handmade. Torna anche il Consorzio Mascherai Alpini, che realizzerà due panche rustiche realizzate con il legno “schiantato” da Vaia. Lo schienale sarà intagliato a bassorilievo con scene carnascialesche alpine.

Tanti complementi d’arredo e realizzazioni artistiche saranno protagonisti dello spazio L’Artigiano sotto l’Albero.

Un interessante spazio sarà dedicato anche ai futuri falegnami, quelli dell’Istituto di Istruzione Superiore Statale Enrico Fermi di Santo Stefano di Cadore. La loro esposizione è dedicata alle “regole e buone pratiche in falegnameria”, con dimostrazioni di lavorazioni al banco. Nel segno della formazione, anche la partecipazione del C.F.S. (Centro per la Formazione e la Sicurezza di Belluno) e del Centro Consorzi.

E, ancora, gli artisti di Arte in Fiera Dolomiti con le loro opere paesaggistiche, le sculture e la sapiente orchestra del direttore artistico Franco Fonzo.

 

Orari e biglietti

Arredamont 2019 sarà aperta da sabato 26 ottobre a domenica 3 novembre.

La cerimonia d’inaugurazione si svolgerà sabato 26 alle ore 11.

Orari d’apertura: il venerdì, il sabato e la domenica: dalle 10.00 alle 19.00. Lunedì, martedì, mercoledì e giovedì, dalle 14.00 alle 19.00

Ingresso: il biglietto intero costa 10 euro (ridotto 6 euro). Il 28-29-30-31 ottobre, il biglietto intero costa 8 euro, gratuito per gli over 65.


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati